fbpx

SPIAGGIA

DJ SET

EVENTI

PRENOTA

RISTORANTE

ALBUM

VIDEO

BLOG

BLOG

Rino Gaetano, poeta ironico e forever young

Rino Gaetano, poeta ironico e forever young

Come si resta per sempre giovani, “forever young”?

Forse “forever young” è ogni spirito libero che vive intensamente, guarda il mondo con gli occhi puri e semplici  scevri da preconcetti , sente appieno le emozioni e da esse ne trae la propria forza vitale e spirituale e non si lascia incatenare dalle norme sociali.

Continua

Fuori dal coro

Fuori dal coro

"Sono tempi duri per noi piccoli imprenditori del settore dello spettacolo e della ristorazione. Tempi che fanno venire fuori tutte le angosce per il futuro nostro e dei nostri collaboratori.
Eppure io non mi sento, oggi, di urlare un malcontento inutile e improduttivo.

Continua

What's happiness |

What's happiness | "Ognuno è felice a modo suo, quando capita", Biancaluna Bifulco

La felicità, così sfuggente, effimera, eppure è l’unica ragione per venire al mondo.

Non vi è alcuna certezza dell’essere felici su questa terra, anzi pare che tutto trami per ostacolare la nostra beatitudine.
Forse non è data ai mortali e appartiene solo agli dei dell’Olimpo.
Filosofi, poeti, gente sconosciuta - mi fido molto degli sconosciuti - di ogni tempo mi hanno guidato nella ricerca della felicità, perché io ad essa ho consacrato la mia vita minuscola.
Ma non ho ricette pronte all’uso, non ho alcuna definizione, so solo che ognuno è felice a modo suo, quando capita.


Per essere felice ho accettato di essere molto triste, di indossare il velo nero della malinconia, abbandonami all’oscuro sentire.
Fino a quel respiro profondo che è un ritorno alla vita.


Ed è in quell’attimo, quel “conatus” che io, come una rabdomante innamorata della filosofia di Spinoza e di Bergson e di tutti i poeti, ho trovato le tracce del mistero della felicità.
Sono viva e il mio corpo mi induce ad andare, ballare, saltare e fare l’amore. Di esso mi beo, nel rispetto dei suoi ovvi limiti.
E mi ricordo di una felicità bambina, scalza e stramba, la gioia inebriante di una corsa, verso il mare, quell’albero che pareva fatto apposta per arrampicarsi, con i rami protesi verso il mistero delle stelle, le bande di amici alla scoperta della vita. E tristezza fulminea come un presagio dell’età adulta; cercavo, allora, di nascondermi per non sentire la paura: cosa sarà di me? Dove vanno a finire i gatti morti stecchiti sulla strada ? C’è un dio dei gatti ? Non c’è dio, la morte è la fine di tutto, della felicità di vivere.


Crescere, poi, ascoltando le parole del mio demone che non è negli inferi, ma nell’abisso luminoso del cuore: diventa ciò che sei. Dionisiaca gioventù, esplodere come una stella negli incontri con l’altro, frammento danzante alla vita, fino a non essere più, nella confusione assoluta che cancella i confini dell’essere . E poi l’amore felice e disperato, amore fino alla morte perché è così che si ama, uccidere quello che eri per diventare ancora nella danza con l’amato, disposta a perdermi, innamorarmi, infinite notti insonni e poi rinascere da una cellula primigenia e cercare ancora , viaggiare per tracciare il destino.
Rimettere insieme i frammenti. Non riesco a stare nei ruoli, non amo le definizioni, l’etichette appiccicate sulla giacca. La felicita non è successo. Rivendico il mio diritto a divenire, accettando di infliggere dolore a chi amo pur di non dimenticare il mio compito: “Cura d’essere chi sei, che ti amino o no.”
Oggi quasi la intravedo la felicità, così libera e coraggiosa . Ha una treccia bianca, rughe profonde ai lati degli occhi, pieni di vita e luce, danza con improbabile leggerezza, qualcuno dice si sia messa in testa di suonare la chitarra. È matta, alla sua età?

La felicità è la scultura del carattere, le bozze infinite, i tentativi, il coraggio nonostante la pena, il dolore , le sconfitte, il vuoto, di amarsi sopra ogni cosa, di non essere come ti vogliono e perdonare chi non ti ha riconosciuto Donare al mondo, senza riserve, solo ciò che sei. Donare a mani piene, dissipando se stessi nell’estasi della condivisione.

La felicità è sempre un altro, la corsa fino al mare con i bambini scalzi.

Continua

Our Playlist

Newsletter

Resta aggiornato su ciò che accade nella nostra piccola Repubblica sul mare, non perdere i nostri eventi, le iniziative, le campagne di tutela ambientale, i grandi momenti di aggregazione, i nostri articoli, curiosità sulla grande famiglia del Dum Dum e sul mondo musicale.

* campo obbligatorio

Seleziona tutti i modi in cui desideri ricevere notizie da Dum Dum Republic:

Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè di pagina delle nostre e-mail. Per informazioni sulle nostre pratiche sulla privacy, visitare il nostro sito Web.
Usiamo Mailchimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione. Ulteriori informazioni sullee pratiche sulla privacy di Mailchimp qui.

Filionda di Biancaluna Bifulco
Via Laura Mare - Capaccio Paestum (SA)
Tel: 0828851895 / Cel: 3911003962
P.IVA: 05038210653
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Filionda di Biancaluna Bifulco Via Laura Mare - Capaccio Paestum (SA)
Tel: 0828851895 / Cel: 3911003962
P.IVA: 05038210653
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.