DUM DUM BLOG

DUM DUM Republic

dum dum republic

 

Eccomi quì, sola, seduta sulla sabbia nel mezzo dell’immenso tra cielo e mare, mescolando aria e acqua con lacrime piccole e silenziose.

Tutto è perduto!
I grandi sogni accartocciati, andati in fumo, come la casa di paglia del porcellino romantico e coglione. I romantici perdono sempre e il porcellino furbo costruisce la sua casa con mattoni pesanti.
La leggerezza di un filo biondo di paglia contro la  pesantezza del cemento. Così va la vita.

Tutto è perduto!
Il grande amore pure, ed io vorrei indietro ogni bacio e tutte le carezze, ma a che servono le parole quando un amore finisce così, consunto nelle pieghe di una quotidiana indifferenza, che gli altri si ostinano a chiamare maturità?
Meglio ingoiare tutto in una bolla di lacrime e fuggire via senza voltarsi, correndo verso il mare.
Guardo ancora per una volta i resti del mio amore annegare tra livide correnti e non provo tristezza, ma solo sento queste piccole lacrime che scivolano, come bianche perline, verso il mare.
     

Tutto è perduto, tranne il mare!
Il mare mi ha invaso, dondolandomi nel gioco eterno delle onde e allora resto quì a  raccogliere conchiglie per adornare il mio mondo. Ci vuole un mondo per consolare deluse speranze e amori traditi, un mondo dove tutti i cuori in fuga da qualcosa o da qualcuno. si ritrovino fratelli tra un goccio di rum e un passo di danza leggero, un mondo fragile come un castello di sabbia dove ritrovare la perduta innocenza del corpo, libero da pesanti e ridicole divise; un mondo per tutti i miei fratelli, naufragati senza speranza, ma con infinita dolcezza.

Riconosco i miei naufraghi fratelli nel fondo degli occhi, dove la malinconia si sedimenta salmastra, quando il dolore per quello che o potevamo essere e non siamo stati, per gli amori perduti o no riconosciuti, scivola dentro nelle vene con una mistura alchemica, preparata da un nobile principe decaduto, che gli altri chiamano volgarmente barman. Sorridono i miei fratelli, chiudendo gli occhi nel preciso istante in cui la prima stella “palpebra” nell’immenso, pensando che l’errare è l’unica maniera di vivere per non morire ogni giorno come fanno i porcellini furbi e giudiziosi.

Il  nostro mondo è solo una capanna di paglia, dove il vento è libero di entrare lieve ed innocente, sollevando, burlone, le sottane, mentre un tamburo fa ballare i cuori.

Tutto è perduto, tranne il mare e le sue infinite canzoni!
Chiunque tu sia fratello e da qualunque naufragio ti sia salvato, benvenuto nella libera repubblica dell’incoerenza: benvenuto in DUM DUM REPUBLIC!

passaporti

Eventi e Party

La sera al Dum Dum Republic Gli Happy Hours al Dum Dum Republic I concerti al Dum Dum Republic

 


 

concerti
i concerti del dum dum i concerti del dum dum i concerti del dum dum i concerti del dum dum i concerti del dum dum
i concerti del dum dum i concerti del dum dum i concerti del dum dum i concerti del dum dum i concerti del dum dum
i concerti del dum dum i concerti del dum dum i concerti del dum dum i concerti del dum dum i concerti del dum dum
i concerti del dum dum i concerti del dum dum i concerti del dum dum i concerti del dum dum i concerti del dum dum

 


 

happyhours
happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum il giorno del dum dum
happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum
happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum
happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum
happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum
happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum
happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum happyhours del dum dum

 


 

sera
sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum il giorno del dum dum
sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum
sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum
sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum
sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum
sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum
sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum
sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum
sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum
sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum sera del dum dum

Stile Dum Dum

Dum Dum Repubblic è stile libero, leggerezze e colore.
Gonne lunghe di garza o di seta e canotte di cotone da portare con sandali bassi o scalze per ballare in riva al mare al tintinnio di bracciali e cavigliere; abiti da riporre in uno zaiono per felici viaggi.

Lo stile Dum Dum è per "zingare", donne solari, che passano nella vita di un uomo, sorridenti e danzanti.






stile

Contatti

scrivi al Dum Dum Republic scrivi a Bianca scrivi a Emma

Come raggiungerci