fbpx

L'eleganza è un'attitudine. È gentilezza verso gli essere umani e l'ambiente.

  • Biancaluna Bifulco
  • Blog
Write a comment

La consapevolezza di essere se stessi, fuori dai rigidi schemi sociali, è un’attitudine positiva anche nell’ambito della moda.

Al Dum Dum serve davvero poco, un costume, un pareo, una maglietta e ci sentiamo belli ed eleganti. L’estate è una stagione meravigliosa, che ci consente di vivere con poco e di applicare nella vita di tutti i giorni quel motto, less is more, che tanto influenza le arti e la musica.

Vivere con poco, dando valore agli abiti che indossiamo, che ci consentono di esprimere la nostra personalità e non ci rinchiudano in stereotipi, imposti dai grandi brand, che riducono la multiforme bellezza del mondo e degli esseri umani in un unico triste modello.

Il concetto di eleganza cambia con il tempo, con l’evolversi dei costumi e dei rapporti sociali. Il bikini, ad esempio, è stato uno scandalo al pari della pillola anticoncezionale ed è stato simbolo della liberazione sessuale e dell’indipendenza delle donne.

L’eleganza di oggi non può prescindere dalla consapevolezza, dall’accresciuta sensibilità delle persone riguardo alle conseguenze dei propri acquisti. Possiamo introdurre un nuovo concetto di eleganza: l’eco-eleganza, eleganza consapevole, scelta raffinata di non essere partecipe dei guasti del mondo.

Lo shopping compulsivo è divenuto un’abitudine, rafforzata dall’utilizzo dei social. Si calcola che la maggiore parte delle adolescenti considerino vecchio un vestito perché già indossato un paio di volte e per questo non più “instagrammabile”. Questo atteggiamento, frutto di una cultura perversa del consumo, ha favorito la crescita esponenziale della fast-fashion, di abiti di scarsa qualità, prodotti senza alcun rispetto dei diritti dei lavoratori e con conseguenze disastrose per l’ambiente. L’industria della moda, secondo quanto dichiarato negli atti della Carta delle Nazioni Unite per una moda sostenibile, è seconda per consumo di acqua ed è responsabile dell’8 - 10% delle emissioni di carbonio. Sono pochi i brand in grado di tracciare la filiera produttiva dei capi in vetrina. Tuttavia qualcosa si muove, gli acquisti, delle persone con un livello di istruzione più alto, si stanno muovendo verso la moda sostenibile, tanto da indire il Green Carpet Fashion Awards per le maison che hanno deciso di dire basta alla cultura usa e getta.

La tendenza più interessante è il balzo della vendita di abiti usati. Il riciclo sta diventando un nuovo modo di vivere, che fa ben sperare per l’ambiente e la felicità degli esseri umani.

Come può dirsi “elegante” una persona che non ha coscienza delle proprie azioni e che favorisce, attraverso i propri acquisti, la distruzione del pianeta?

L’eleganza è un’attitudine, un modo di essere legato allo “stare al mondo”, è espressione della gentilezza verso gli esseri umani e l’ambiente che ci ospita.

Cosa fare, dunque, per evitare di essere consumatori infelici, ridotti a criceti nella ruota degli acquisti?

Un piccolo decalogo potrà aiutarci nella scelta del nostro outfit, elegante e giusto:

  1. Non comprare, ma ama! Sostituisci l’atto di acquisto con un gesto d’amore, facendo della tua t-shirt o del tuo jeans, l’oggetto più prezioso del mondo, personalizzalo, rendilo unico!
  2. Una persona ecoelegante è una persona informata, che non indossa abiti cuciti da bambini.
  3. Una persona ecoelegante non compra abiti derivati da filiere produttive che utilizzano agenti inquinanti.
  4. Una persona ecoelegante ha bisogno di poche cose nell’armadio, è un artista, sa ricreare dagli abiti vecchi, autentici capolavori, da fare invidia alle passerelle di Milano.
  5. Una persona ecoelegante sa che il meglio della vita avviene senza abiti, nudi e felici. Il meglio della vita avviene quando il cuore fa "Dum Dum"…
Share it
Lascia una commento...
Cancella
Login con
oppure entra come Guest
Caricamento commento... Il commento sara ricaricato dopo 00:00.

Sii il primo a lasciare un commento.

radio-widget-menu

Filionda di Biancaluna Bifulco
Via Laura Mare - Capaccio Paestum (SA)
Tel: 0828851895 / Cel: 3911003962
P.IVA: 05038210653
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Filionda di Biancaluna Bifulco Via Laura Mare - Capaccio Paestum (SA)
Tel: 0828851895 / Cel: 3911003962
P.IVA: 05038210653
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.