fbpx

Home

Fuori dal coro

  • Biancaluna Bifulco
  • Blog
Write a comment

"Sono tempi duri per noi piccoli imprenditori del settore dello spettacolo e della ristorazione. Tempi che fanno venire fuori tutte le angosce per il futuro nostro e dei nostri collaboratori.
Eppure io non mi sento, oggi, di urlare un malcontento inutile e improduttivo.

Mi ritengo fortunata se possiamo mettere il piatto in tavola, rientrare in abitazioni riscaldate e illuminate.
Mi accontento di non vedere degradata la mia dignità di essere umano libero e consapevole. Per molti è ancora un sogno.

Per gli ultimi della terra dovremmo urlare, perché il mio pranzo non può basarsi sulla paga da fame di un bracciante.

La pandemia ci spinge a fare i conti con l’essenza della vita, ed io antepongo la salute mia e di ogni singolo abitante della casa-terra ad ogni valutazione economica.

Del resto che me ne farei di una discoteca aperta in un paese di malati e morti?

Si poteva fare di meglio, il Governo avrebbe potuto agire con maggiore lungimiranza, ma avremmo dovuto lottare ogni giorno per vedere garantiti e tutelati i nostri diritti.

Paghiamo, oggi, anni di corruzione e politiche liberiste che hanno demolito lo stato sociale e minato la solidarietà tra gli individui, rendendo il mercato, in qualunque suo aspetto, una giungla dove il forte divora il più debole, senza alcuna pietà.

Avemmo dovuto chiedere il conto ai nostri politici per investimenti nella sanità, svaniti nel nulla, per gli ospedali chiusi ridotti in rovina, per la mancanza di una rete di trasporti pubblici ed efficienti.
Non lo abbiamo fatto, consacrando la nostra vita al lavoro . Io non sono un titolare di partita iva, io sono un essere umano, unito ai miei simili dal medesimo destino.

Abbiamo permesso che un medico lavorasse senza contratto e tutele adeguate, idolatrando, invece , calciatori e soubrette come se fossero nuovi eroi.

Qual è la nostra scala di valori?

Non è il tempo di grida e insulti, è il tempo della riflessione comune, dell’immaginazione ardita e feconda, perché una cosa è certa: nulla sarà come prima.

Abbiamo bisogno delle migliori intelligenze, di tutti i nostri sforzi congiunti per concepire una nuova economia delle benessere di tutti, nessuno escluso.

Io confido, da anarchico-pacifista, nel sentimento di amicizia che lega gli uomini, sopratutto se accumunati dallo stesso lavoro; in esso è la chiave per ricostruire la solidarietà sociale o, se preferite, la coscienza di classe che vede noi piccoli imprenditori, ma grandi i sognatori, insieme ai nostri collaboratori, che sono fratelli, sostegno continuo nei momenti duri, compagni di tavole imbandite, quando è il momento di fare festa, spalle a cui appoggiarsi quando la stanchezza vince, abbracci rinviati per proteggere l’unica cosa che adesso conta davvero: la Vita!

A Ilaria, Massimo, Andrea Sergio, Mirarchi Giuseppe, Marcello Fusco, Michele Vitolo, Danilo Saponara, Mirko Voria, Roberta Peduto, Sonia Peduto, Stefano Oricchio, Maria, Anna Palumbo, Marilena, Lucia, Marco, Mario Villani, Giuseppe Iannone, Pio, Teresa, Sarah, Fernanda Dalila Longo, Marzio Maria, Roby Maior, Marisa, Cheick Haidara, Pierpaolo Perna, Federica Masiello, Gio Land, Jessica Cerino, Luca Molinaro, Fabiano."
--
Biancaluna Bifulco
--

Share it
Say something here...
Cancel
Log in with
or post as a guest
Loading comment... The comment will be refreshed after 00:00.

Be the first to comment.

Filionda di Biancaluna Bifulco
Via Laura Mare - Capaccio Paestum (SA)

Tel: 0828851895 / Cel: 3911003962
P.IVA: 05038210653
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Filionda di Biancaluna Bifulco Via Laura Mare - Capaccio Paestum (SA)
Tel: 0828851895 / Cel: 3911003962
P.IVA: 05038210653
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.